Il 25 e 26 settembre 2021 la Direzione Regionale Musei Basilicata aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea e sostenuto in Italia da MIBACT.

Il Museo Nazionale di Matera offre un variegato programma di attività per grandi e piccoli e comunque aperto a chiunque abbia voglia di conoscere, approfondire, pensare, proponendo laboratori e attività ludico didattiche, con il coinvolgimento di realtà locali come Teatro Pat, Giallo Sassi, Jazziamoci – Onix Jazz Club Matera, Festival Viva Verdi – Arterìa, Zio Ludovico.

Scopriamo gli eventi in programma presso il Museo Nazionale di Matera (nelle sedi del Museo Ridola e di Palazzo Lanfranchi). Ricordiamo che L’ingresso è consentito a persone in possesso di green pass e indossando la mascherina.

25.09.2021

I colori degli antichi. Laboratorio a cura dell’Associazione Giallo Sassi

ore 11.00 e 12.00
Palazzo Lanfranchi – Sala Levi
Il laboratorio, della durata di 55 minuti circa, mostra come si realizzavano i colori in antico, seguendo la ricetta e le modalità raccontate da Cennino Cennini nel “Libro dell’arte” della fine del XIV secolo. Si avrà un’idea delle tecniche artistiche antiche e si prepareranno con uova, gesso, colla, olio e pigmenti minerari la tempera grassa, la tempera magra e l’olio.
L’attività è dedicata a ragazz* delle scuole secondarie di primo grado e del biennio delle secondarie di secondo grado ma siamo felici di ospitare anche i più piccoli accompagnati da familiari, max 12 persone per turno.
Prenotazioni al n. 0835 2562543 / 3471144563

Con le mani Creare, Riciclare e Raccontare. Laboratorio di espressione creativa a cura del Teatro Pat

Dalle ore 11 alle ore 13
Museo Ridola
Marco Bileddo condurrà un laboratorio di circa 2 ore per un massimo di 12 partecipanti.
Il laboratorio è una “palestra” ecologica, espressiva e creativa, ove le potenzialità e la vitalità di materiali, oggetti, personaggi, persone ed emozioni vengono sperimentate e valorizzate in ogni momento.
Attraverso l’uso di oggetti di recupero e di riciclo, i partecipanti verranno guidati alla costruzione, dalla scultura all’animazione, di un pupazzo in gommapiuma, uno degli elementi importanti del Teatro di Figura.
Materiale di recupero a cura del partecipante: stoffe, calza, lana, bottoni, tappi, una maglietta vecchia a maniche lunghe.
Prenotazioni al n. 0835 2562543 / 3471144563

I Biennale d’arte contemporanea della Murgia

ore 16.00
Palazzo Lanfranchi – Sala Pascoli
Inaugurazione della I Biennale d’arte contemporanea della Murgia. Ambiente – memoria – futuro. Dedicata alle vittime di tutte le stragi.



Mostra Perimetro del sensibile

ore 18:30
Chiesa del Carmine – Palazzo Lanfranchi
Nell’ambito delle GEP 2021 alle ore 18.30 presso la Chiesa del Carmine si terrà l’inaugurazione della mostra Perimetro del sensibile. Giuseppe Spagnulo e Raffaele Quida. Ideazione e cura di Giacomo Zaza.
La mostra “Perimetro del sensibile”, ideata e curata da Giacomo Zaza, propone una selezione ragionata di opere di Giuseppe Spagnulo (Grottaglie, 1936 – 2016) e di Raffaele Quida (Lecce, 1968). Il progetto espositivo nasce dal desiderio di perlustrare prospettive visive che elaborano nuovi spazi e forme del sensibile.

Billie Holiday, la gardenia bianca. I Laboratori del Jazziamoci, il Jazz Festival di Basilicata

ore 18.30
Palazzo Lanfranchi – Sala Levi
La musica di Billie Holiday raccontata da Pasquale Mega attraverso la proiezione di filmati, l’ascolto di brani e la narrazione della sua vita, delle sue vicissitudini, dei suoi problemi.

Billie Holiday. Parole e musica

ore 20.00
Palazzo Lanfranchi – Sala Levi
Voce in parola di: Maria Rosaria Romaniello, Eugenia Grieco, Marianne Mairet, Enza Doria e Geni Capuzzi.
Duo: Rossella Palagano voce – Kevi Grieco chitarra.
A cura di OnyxLibro, Presidio del Libro Matera e Associazione culturale Onyx Jazz Club Matera.
Il costo del biglietto è di 1 euro.

Storie al femminile dal valore universale

ore 21.00
Museo Ridola – Giardino
Cerimonia di premiazione della XV edizione del premio ‘La Baccante’ a Stefania Auci.
Alessandra Tedesco dialoga con Stefania Auci, autrice de “I Leoni di Sicilia” e “L’inverno dei leoni”, a cura del Women’s Fiction Festival.

26.09.2021

Attività ludico educativa e formativa a cura dell’Associazione Zio Ludovico

ore 11.00 e ore 12.00
Palazzo Lanfranchi – Sala Levi
Giochi da tavolo di ‘Storia’ e ‘Ambientazione artistica’ della durata di 60 minuti circa per ogni gioco, compresa la spiegazione.
Sono previsti due turni di gioco.
Ogni tavolo è composto da 4 partecipanti omogenei per età 10/12 e 13/16 anni, per un massimo di 24 iscritti.
Saranno proposti i giochi: Stone Age, Kingdomino e Paleo (per il contesto storico); Canvas, Modern art e Pictomania (per il mondo dell’arte).
Prenotazioni al n. 0835 2562543 / 3471144563



Pierino e il lupo in jazz

ore 18.00
Museo Ridola – Giardino
Favola musicale. Arrangiamenti di Ettore Fioravanti per quintetto jazz e voce in parola.
Si propone la favola di Sergej ProKofiev in una versione jazz, con ampio spazio di improvvisazione, con testi poetici originali commentati in diretta dai musicisto e un multi-finale scritto dai bambini, arricchito da improvvisazioni a cura del Festival della Parola. Abitare poeticamente la città. Poesia in azione.
Prenotazioni sul sito www.womensfictionfestival

Laboratorio di land-music a cura del Festival Viva Verdi – Arteria

Evento giornaliero
Museo Ridola – Sala eventi
Il laboratorio tenuto dalla pianista e compositrice Loredana Paolicelli verterà sul rapporto emozionale tra musica e paesaggio, tracciando un percorso ambientale, geografico ed interiore. L’attività di 40 minuti consisterà nell’esecuzione di musiche originali e interazione con il pubblico.
Ingresso libero sino ad esaurimento posti a sedere.

Cosmodrome

Dalle 17 alle 19
Palazzo Lanfranchi – Sala Levi
Premiazione del concorso fotografico “The Human Ambient”, progetto parte del programma Ambiente Basilicata, promosso dal Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata e finissage di “COSMODROME” mostra personale del Direttore Artistico del MATIFF (Matera International Film Festival) e fotografo Raffaele Petralla.
Cosmodrome è un progetto fotografico a lungo termine che racconta del distretto di Mezen in Russia, al confine col circolo polare artico e dei suoi abitanti costretti a convivere con la pericolosità e la tossicità dei razzi spaziali che si sganciano dai satelliti in orbita e ricadono accidentalmente nell’area. Si tratta di una zona di confine militare il cui accesso è consentito solo ai residenti. Le condizioni climatiche estreme rendono molto complicata la vita degli abitanti di Mezen, i quali recuperano e riciclano i razzi per vendere le parti interne in oro e titanio e per costruire barche con cui pescare d’estate e slitte con cui andare a caccia l’inverno.