Quando

12 e 13 ottobre 2019

Dove

Palazzo Lanfranchi
Casa di Ortega
Casa Noha

Orari

Ved. articolo

Ingressi

Contributo suggerito a partire da 5 €

Il 12 e 13 ottobre 2019 tenetevi liberi per le Giornate FAI d’Autunno, due giorni dedicati a beni ambientali e culturali di tutta Italia. Anche alcuni interessanti luoghi della cultura a Matera saranno interessati da questa iniziativa.

In particolare, alcuni musei di Matera ospiteranno eventi e saranno aperti in via straordinaria per celebrare questa iniziativa, promossa a livello locale dalla Delegazione FAI di Basilicata in collaborazione con Regione Basilicata, Comune di Matera, Fondazione Matera-Basilicata 2019, Polo Museale della Basilicata, Scuola di Alta Formazione e Studio – ISCR, Arcidiocesi di Matera e Irsina, Università degli Studi della Basilicata-DiCEM, Conservatorio Statale di Musica “E.R. Duni”, Centro di Geodesia Spaziale, MEPH – Matera European Photography, Istituzioni scolastiche.

Nello specifico, saranno 3 i musei materani che ospiteranno eventi al loro interno per le Giornate FAI d’Autunno 2019:

Scopriamo in dettaglio tutti gli eventi, museo per museo.



Palazzo Lanfranchi

MATERA E LA BASILICATA NELLO SGUARDO DI CARLO LEVI

Sabato 12 e domenica 13.10.2019
Orari: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30
Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Descrizione dell’evento

Si può conoscere la storia di un territorio e della cultura che lo anima senza farsi guidare dalla voce dei poeti? Per capire Matera e la Basilicata non basta esplorare i luoghi, bisogna anche interrogare le opere di un artista indissolubilmente legato alla Lucania: Carlo Levi. Il pittore torinese, condannato al confino, giunge nel 1935 in una terra “senza conforto e senza dolcezza”, che nessuno aveva mai toccato se non come “conquistatore” o “visitatore incomprensivo”. Levi inizia a indagare attraverso le sue tele quella cultura refrattaria al tempo, allo Stato, a Dio. “Luigini” e contadini, streghe e bambini, animali diabolici popolano il fascinoso “paesaggio lunare” dei calanchi. L’incontro tra l’intellettuale e la “dolente bellezza” del Sud si trasforma in occasione: alla morte lascerà in eredità a Matera i suoi dipinti e il telero Lucania ‘61, che racchiudono l’identità di un popolo a cui manca solo la coscienza di essere “oscuro inventore di Storia”. È il dono postumo di Levi.

Iniziative Speciali

Mostra “Carlo Levi – L’Arte della Politica – Disegni (1947 – 1948)
Sabato 12 e domenica 13.10.2019
Orario: 11:30
Visita guidata con l’Arch. Lorenzo Rota, Presidente del Centro Carlo Levi e curatore della mostra con Mauro Vincenzo Fontana

IL PROF. GIOVANNI PASCOLI AL REGIO GINNASIO-LICEO “DUNI” (1882-1884) DI MATERA

Sabato 12 e domenica 13.10.2019
Orari: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30
Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Descrizione: dell’evento

Giovanni Pascoli giunse a Matera nel 1882, dove aveva ottenuto la cattedra di latino e greco al Regio Ginnasio-Liceo “Duni” – che ha svolto le sue funzioni fino alla metà degli anni ‘60 nel Palazzo Lanfranchi – e svolse il suo insegnamento fino al 1884. A Matera, il “lontano ermo paese”, trascorse due anni. La vita era difficile in questo luogo, di cui Pascoli lamentava il carovita e la scarsezza di libri, forse nel confronto con la dotta Bologna. A Matera rimase sempre idealmente legato; nel 1911 scrisse infatti: “Delle città dove sono stato, Matera è quella che mi sorride di più, quella che io vedo meglio ancora, attraverso un velo di poesia e di malinconia”. La visita propone il racconto del suo rapporto con la città con la possibilità di accedere agli ambienti in cui visse all’interno di Palazzo Lanfranchi, oggi sede in parte del Centro “Carlo Levi”.

La Casa di Ortega

I BASSORILIEVI POLICROMI E LA CULTURA MATERIALE DELLA CARTAPESTA NELLE OPERE DI JOSÈ ORTEGA

Sabato 12 e domenica 13.10.2019
Orari: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30
Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Descrizione dell’evento

La Casa di Ortega si trova nel Sasso Barisano, in via San Nicola del Sole – asse viario che segue il perimetro delle mura della città – e testimonia la presenza a Matera del grande artista spagnolo Josè Ortega. Negli anni Settanta la casa fu in parte acquistata dall’artista e, dopo la sua morte, gli eredi ne hanno autorizzato la donazione alla Fondazione Zétema con il vincolo di destinazione museale. Il progetto di recupero ha permesso di restituirla a una funzione culturale salvandola dall’abbandono.
La dimora ospita i venti bassorilievi policromi che Ortega realizzò nel 1975 a Matera, utilizzando la tecnica artigianale locale più popolare ed emblematica: la cartapesta. Gli ambienti sono impreziositi dalle ceramiche di Giuseppe Mitarotonda e da produzioni artigianali che esprimono il reciproco arricchimento tra arte e antichi mestieri.

Casa Noha

APERTURA BENE DEL FAI

Sabato 12 e domenica 13.10.2019
Apertura: 09:00 – 19:00

Descrizione dell’iniziativa

Casa Noha sorge all’interno della Civita, la zona più antica dei Sassi di Matera.
Si tratta di un significativo esempio di architettura privata dei Sassi, un condensato storico artistico di ampi spazi ricavati nel tufo, in un armonioso avvicendarsi di vicoli, grotte, palazzi, orti e terrazzi

Visita in lingua supportata da video in Inglese e Francese.