Con un comunicato stampa diffuso domenica 17 maggio 2020, la Direzione Regionale Musei Basilicata dà il via alla seconda fase dell’emergenza da covid-19 con la riapertura di alcuni dei musei lucani, attuando così un graduale, progressivo e sostenibile piano di riapertura dei musei e luoghi della cultura della nostra regione.

Fra i musei che oggi riaprono le porte al pubblico, l’unico museo pubblico di Matera interessato alla riapertura è Palazzo Lanfranchi: oltre alle collezioni permanenti ospitate presso questo luogo simbolo della cultura – ormai non solo locale ma nazionale – sarà possibile visitare, in maniera distanziata, anche la mostra “Trama Doppia. Mari Lai, Antonio Marras, coprodotta, organizzata e coordinata dalla Direzione Regionale Musei Basilicata e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, nell’ambito del programma ufficiale di Matera 2019, con oltre 300 opere, molte inedite, selezionate dagli archivi dei due artisti, ma anche realizzate da entrambi a quattro mani.

Una data simbolica per la riapertura dei musei

La data del 18 maggio, nel 2020, coincide simbolicamente con la Giornata Internazionale dei Musei, promossa dall’ICOM: questa edizione è dedicata al tema “Musei per l’eguaglianza: diversità e inclusione” (Museums for Equality: Diversity and Inclusion), ponendo all’attenzione e alla riflessione di tutta la comunità museale il ruolo sociale degli Istituti culturali, la loro potenzialità nell’essere agenti di cambiamento, attraverso azioni per favorire la fruizione e la partecipazione da parte di tutte le persone.

Noi restiamo in attesa di ulteriori riaperture di musei nella città di Matera, con l’augurio che queste avvengano quanto prima. Per gli operatori del settore, prima di tutto, e per noi visitatori e amanti di questi suggestivi luoghi di cultura.