Venerdì 23 luglio 2021, a partire dalle ore 17, nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi a Matera il Centro Carlo Levi, in collaborazione con il Museo Nazionale di Matera, presenta una “Serata dedicata a Carlo Levi”, collocata nell’ambito del “Notte Bianca del Libro” Festival, curato dall’Associazione “Letti di Sera” di Potenza e dal “Circolo dei Lettori” di Torino, giunto alla sua ottava edizione.

La “Serata Leviana costituirà la prima attività organizzata “in presenza” dal Centro Levi, dopo le restrizioni del lockdown pandemico, con un programma “leviano” articolato in tre iniziative inedite:

  • una “visita guidata” alla collezione dei dipinti di Levi esposti nel Museo Nazionale, condotta da Antonella Lavorgna, vicepresidente della Fondazione Levi di Roma;
  • un “racconto”, costruito sulla lettura di testi ed interventi leviani, testimonianza del fecondo rapporto che tra il ’45 ed il ’74 Carlo Levi ha avuto con Matera, e i suoi Sassi in particolare: un modo per dare il giusto rilievo ad un intellettuale che ha dato impulso alla vicenda materana del dopoguerra, e ne ha seguito con attenzione e preveggenza l’evoluzione, fino a poche settimane prima della sua morte;
  • un “concerto d’attore”, che riprende temi nodali del “Cristo si è fermato a Eboli” risonanti nella nostra memoria, tratti antichi e ancora attuali di questa terra, attraverso le parole di Levi, interpretate da Vincenzo Failla; ed una musica, scritta da Giovanni Tamborrino per un organico che fonde insieme strumenti antichi, moderni e popolari, eseguita da musiciste professioniste pugliesi e lucane, che vuole rappresentare “l’oggi” in tensione tra passato e futuro.



La serata si integrerà con il programma delle presentazioni di libri e approfondimenti tematici, propri del “Festival”, e si svilupperà tra la Terrazza Lanfranchi e la Sala Levi, come da locandina allegata.

Maggiori dettagli nella locandina in basso, con il programma completo:

 

Notte Bianca del Libro 2021 - Serata dedicata a Carlo Levi

Notte Bianca del Libro 2021 – Serata dedicata a Carlo Levi